Addominali e Pilates

Uno degli aspetti fondamentali per una buona postura sono dei muscoli addominali forti, in grado di poter sostenere la colonna vertebrale ed il bacino.
Il baricentro racchiude in sè il fulcro della forza e sviluppando questa area si otterrà una maggiore forza, un maggior controllo ed una maggiore stabilità
che si ripercuoteranno inevitabilmente in positivo in ogni movimento che compiamo.

Il tronco è costituito da 4 parti dove sono disposti i 4 muscoli addominali ognuno con le sue specifiche funzioni ma che lavorano insieme.
Lo strato più profondo è occupato dal muscolo traverso che avvolge la schiena e i lati del tronco. Quando questo muscolo si contrae fa “indietreggiare” la pancia.
Sui lati del tronco, fra il bacino e le costole, si trova il muscolo interno, le cui fibre sono disposte diagonalmente. Questi muscoli vengono sollecitati quando pieghiamo il tronco avanti e lateralmente.

mat-pilates_palestra_spa_milano_motus
Sopra l’interno obliquo si trova l’esterno obliquo, precisamente fra il bacino e parte della cassa toracica. E’disposto in diagonale e la contrazione di questi muscoli
appiattisce lo stomaco favorendo il piegamento del tronco in avanti.
L’ultimo, sicuramente il più conosciuto, è il retto addominale posizionato verticalmente dal bacino allo sterno. Quando comunemente si usa dire “pancia piatta” ci si riferisce proprio al retto addominale.

Grazie al Pilates,tutti questi muscoli sono sollecitati e potenziati in modo da rafforzare il baricentro e di conseguenza appiattire il ventre, snellendo la vita.
Per contribuire a bruciare ulteriormente grasso e snellire ancora di più la forma del nostro corpo è necessario accompagnare gli esercizi di Pilates con una dieta ipocalorica.

Un’estate all’insegna del Pilates

Il Pilates è una disciplina sportiva che migliora la flessibilità di tutto il corpo sviluppandone la muscolatura. E’ ottimo per coloro che conducono una vita sedentaria, a causa di fattori lavorativi o posturali, e hanno necessità di correggere la propria postura, allentando le tensioni muscolari e alleviare alcuni dolori cronici. E’ adatto a tutti, dai giovanissimi in crescita fino alla terza età, e si può praticare sia a corpo libero sia con appositi macchinari.
Innumerevoli vantaggi anche per chi non è più attivo e soffre di dolori cronici e vuole fare una ginnastica tonificante, questa disciplina aiuta infatti a contrastare l’artrosi, l’osteoporosi, la rigidità muscolare e persino le patologie neurodegenerative.

Ciascuno è in grado, anche con l’aiuto dell’insegnante, di individuare la tipologia di allenamento più adatta alla propria fisicità, scegliendo tra il matwork ovvero l’esercizio a corpo libero al tappetino, o l’allenamento con i macchinari.

L’allenamento a corpo libero è un allenamento più intenso, indicato maggiormente per persone giovani e sane bisognose di rimettersi in forma in minor tempo e tonificare alcune zone critiche come glutei, addome e fianchi. Si utilizzano anche piccoli attrezzi, come piccoli pesi, elastici, palle di gomma di varia dimensione, per rendere la muscolatura resistente e proporzionata. Il matwork richiede anche un maggiore impegno cardiovascolare e facilita l’aumento del metabolismo basale.

Il Pilates con i macchinari è particolarmente adatto a chi ha bisogno di uno scarico parziale del peso: grazie all’utilizzo di cinghie e molle queste macchine consentono di affrontare gli esercizi con maggiore gradualità, gravando meno su schiena e articolazioni. E’ utile certamente per migliorare le prestazioni fisiche e per rafforzare la muscolatura. Vediamo nel dettaglio alcuni macchinari e per chi sono indicati.

REFORMER: E’ il più utilizzato e versatile degli attrezzi inventati dal Sig. Pilates; è un carrello mobile al di sotto del quale sono posizionate alcune molle agganciabili alla parte anteriore del telaio. La resistenza dell’attrezzo varia con il numero e la tensione e quindi l’intensità del lavoro scelto in allenamento. Nella parte posteriore del carrello sono agganciate due cinghie regolabili che scorrono su carrucole e terminano con maniglie e asole in cui inserire i piedi. Muovendo le cinghie con le braccia o con le gambe si mette in movimento il carrello in numerosi diversi esercizi relativi a tutti i distretti corporei. I movimenti inducono un accorciamento e una distensione della fibra muscolare.

94b03e1163e0c8b1ddc05791723fd9b1efa1d9a2ae20b4a465b4e1b13492384a__95344.1481581866

CADILLAC: La Cadillac è una sorta di lettino a baldacchino con molle che ricordano gli ammortizzatori di queste auto, da cui l’attrezzo prende nome. E’ composta da due tubi verticali posizionati in entrambi i lati che risalgono per unirsi a due tubi orizzontali. Ai tubi verticali sono agganciate molle di differenti tensioni e regolabili a diverse altezze, mentre sui tubi orizzontali superiori scorre un trapezio mobile. Gli esercizi eseguiti con la Cadillac sono legati alla tonificazione globale, alla rieducazione funzionale, alla coordinazione e all’equilibrio.
pilates-cadillac

CHAIR: E’ un attrezzo piccolo e versatile, in pratica una sedia con due maniglie regolabili in altezza e provvista di uno o due pedalini agganciabili a una o due molle. E’ l’unico attrezzo della tecnica Pilates che, per alcuni esercizi, ad esempio per i piegamenti sulle braccia o dove è richiesto di salire e scendere dalla seduta dell’attrezzo con le gambe, sfida un po’ il lavoro cardiovascolare.
369766311_509

PILATES YOGA DAY SABATO 28 GENNAIO

SALA MAT

PILATES YOGA DAY IN VIA COLLINA,36
Sabato 28 Gennaio 2017

Presso lo Studio di Pilates e Yoga in via Collina n. 36 (zona P.zza Fiume) si terrà il “Pilates Yoga Day”, una presentazione pratica delle nostre discipline
ORARIO:
Mattina dalle 10:00 alle 12:00

SALA MAT
Power Yoga | Hatha Yoga | Pilates Matwork (base/advanced)

SALA ATTREZZI
Reformer | Springwall

Sessioni della durata di 30 minuti; la partecipazione alle lezioni ha un costo di 5€ per i minigruppi Matwork Yoga e Pilates e 10€ per lezioni sui grandi attrezzi (reformer e springwall).
E’ necessario iscriversi in ciascuna disciplina perchè ogni gruppo è a numero chiuso.

Per qualsiasi informazione non esitate a contattarci.
Info e prenotazioni
tel 06.952.19.189 | cell 3899164854 | mail info@pilatesroma.it | www.pilatesroma.it
Orario segreteria: dal lun al ven dalle 16.00 alle 20.00

OPEN DAY SABATO 8 OTTOBRE

“OPEN DAY LEZIONI PILATES&YOGA”

Una mattinata di lezioni gratuite per far conoscere la disciplina del Pilates in tutte le sue varianti, dal corpo libero ai macchinari, e dello Yoga, grazie alla messa a punto di lezioni di gruppo a rotazione.

opendayroma-03

Ore 10:00 – 10:30
-Lezione open di Postural Pilates (sala Matwork)
-Lezione open di risveglio muscolare su Reformer
-Lezione open di risveglio muscolare su Springwall
-Personal di Yoga*

Ore 10:30 – 11:00
-Lezione open di Hatha Yoga (sala Matwork)
-Lezione open di attivazione del core su Reformer
-Lezione open di stabilizzazione del cingolo scapolo-omerale su Springwall
-Personal di Pilates su Cadillac e/o Chair*

Ore 11:00 – 11:30
-Lezione open di Pilates con shape band (sala Matwork)
-Lezione open di allungamento della catena posteriore su Reformer
-Lezione open di attivazione del core su Springwall
-Personal di Yoga*

Ore 11:30 – 12:00
-Lezione open di Yoga Dinamico (sala Matwork)
-Lezione open di stabilizzazione del cingolo scapolo-omerale su Reformer
-Lezione open di allungamento della catena posteriore su Springwall
-Personal di Pilates su Cadillac e/o Chair*

*lezione di mezz’ora, a pagamento. Costo: € 20.
Tutte le lezioni open saranno confermate con un minimo di due persone sui Grandi Macchinari e di tre persone sul Matwork.

Per maggiori informazioni e prenotazioni contattare la segreteria di

Via Collina, 36 (zona piazza fiume)

0695219189/3392821909
info@pilatesroma.it

www.pilatesroma.it

Hatha Yoga e Yoga Dinamico

Troviamo spesso negli studi di Yoga e pilates queste due discipline, ma non riusciamo ad avere le idee chiare sulla differenza che c’è e perchè sono benefiche per il nostro corpo e la nostra psiche.
Vediamo di fare chiarezza spiegandone le caratteristiche principali:

hatha1
HATHA YOGA
L’Hatha Yoga affonda le radici nella tradizione indiana. Segue le indicazioni originali senza modificazioni occidentali. Si basa sull’unione corpo mente che lavorano in cooperazione per raggiungere l’affinamento della sensibilità e della propriocezione.
L’allungamento delle fibre muscolari favorisce l’elasticità e la scioltezza della colonna vertebrale. L’attenzione al respiro contribuisce a donare al corpo maggior vigore e un generale senso di rilassato benessere.

YOGA DINAMICO
Nello Yoga Dinamico le posture sono collegate tra loro in un fluire in transizione che crea una tensione dinamica. I muscoli attorno alle articolazioni vengono attivati per favorire un lavoro isotonico che ha un potente effetto da un punto di vista energetico. Si sviluppa una forza mentale che aiuta a liberarsi dai blocchi energetici. Tutte le asana vengono affrontate in sincrono con il respiro, ossigenando costantemente la muscolatura.

Non vi resta altro che provarle presso il nostro studio di Via Collina, 36 in Roma.

INIZIO NUOVA STAGIONE 2016/2017

volantini rientro corsi-2016-07
Carissimi,

il 29 Agosto lo studio ha ufficialmente riaperto dando il via alla nuova stagione 2016/2017.

Tra le novità ci saranno nuovi corsi di pilates e yoga e nuovi orari.

Per tutti i nostri futuri soci la tessera associativa sarà in promozione a €30 anzichè €40.

Vi aspettiamo in Via Collina,36

Non mancate!!!

Come riconoscere un buon insegnante di Pilates

Prima di iniziare un corso di Pilates è bene informarsi sul percorso di studi dell’insegnante che ci introdurrà a questa disciplina.
La sua formazione è fondamentale per trarre tutti i benefici e per correggere quelle problematiche articolari e scheletriche che ci affliggono ogni giorno.
L’insegnante dovrà essere un esperto proveniente da corsi qualificati. Una buona preparazione comprende un corso della durata di 9-12 mesi che includa stages e tirocini
e vari generi di prove ed esami.

Le qualità principali sono:

Esperienza
E’ importante che l’insegnante abbia maturato almeno 3 anni di esperienza e che, oltre ad insegnare il Pilates, lo pratichi con regolarità. E’ bene chiedere anche i diversi
risultati ottenuti lavorando con altri allievi.

Diploma
L’insegnante deve aver conseguito un diploma dopo aver completato un rigoroso programma di formazione.
Come detto in precedenza la formazione ha una durata che può variare dai 9 ai 12 mesi, quindi diffidare di coloro che seguono seminari solo nei week-end perchè non sono
assolutamente sufficienti.

Conoscenza
L’aggiornamento è fondamentale. E’ bene coronare il corso di formazione con un corso di studi che comprenda esami di anatomia e rianimazione cardiaca.

Sicurezza
L’allievo deve poter sempre riporre la sua fiducia nel proprio insegnante, il quale dovrebbe avere una vasta conoscenza su come il corpo risponde ai diversi stimoli di
ciascun esercizio e, attraverso l’allenamento, condurli in totale sicurezza.

Comprensione
L’insegnante deve essere molto paziente e concentrato sui suoi allievi, capire le esigenze di ognuno comprendendone limiti ed energie. Deve essere interessato alla salute di
ciascun allievo.

Ciascun insegnante ha avuto il proprio personale percorso, specializzandosi in discipline diverse quindi bisogna realmente capire quali sono le proprie esigenze e scegliere
di conseguenza.

Il Pilates Reformer

Probabilmente nel mondo del pilates non c’è attrezzatura più famosa e più utile del pilates reformer, macchinario progettato da Joseph Pilates.
Questo straordinario macchinario a prima vista può lasciare interdetti, non dando l’idea di apportare tutti i benefici che promette, ma si sa che l’apparenza inganna!
Le lezioni di reformer sono una delle scelte più importanti in uno studio di pilates.

Cos’è che rende così speciale una lezione di reformer? E cosa la differenzia dal classico pilates matwork?
Per prima cosa il pilates reformer è generalmente più intenso e dinamico rispetto al pilates a corpo libero. Ha la possibilità di gestire diversi livelli
di resistenza per evitare impatti sulle articolazioni e viene coinvolto un maggior numero di gruppi muscolari allo stesso tempo favorendo l’aumento della massa magra.
E’ consigliato maggiormente del pilates a corpo libero per chi è la prima volta che si approccia alla disciplina del pilates, questo perchè c’è un maggior scarico della
colonna vertebrale, gli esercizi vengono svolti in maniera più precisa e la postura è più controllata.

P9B2874
I benefici che questa disciplina apporta sono molteplici:

1) Migliora la postura.

La forma della macchina fa sì che venga mantenuta una posizione corretta in qualsiasi momento e che vengano rinforzate le spalle, evitando i dolori causati di una cattiva
postura.

2) Aumenta la flessibilità e la forza muscolare.
Il macchinario permette di esercitare i muscoli con maggiore precisione, e fare resistenza incrementando la forza.

3)Esercizi senza impatto.

I benefici si ottengono senza che le articolazioni subiscano alcuna pressione.

4)Circolazione.

Il lavoro dei muscoli favorisce la circolazione del sangue, diminuendo le malattie legate alla cattiva circolazione, uno dei grandi mali del nostro tempo.

Nonostante i molteplici benefici, prima di iniziare il lavoro con il reformer è raccomandabile chiedere consiglio ad un insegnante specializzato in questa disciplina
che saprà intervenire per correggere qualunque utilizzo improprio che si possa farne visto che, essendo un macchinario dalle molteplici funzioni, in un primo momento
non è molto intuitivo.

Il Pilates in gravidanza

La gravidanza, per la maggior parte delle donne, è il periodo più bello e il più desiderato, ma allo stesso tempo desta tanta agitazione ed ansia per la salute del nascituro
e per la forma fisica che si avrà.

Spesso un aiuto si cerca nei medici specializzati e nei centri fitness, ma un validissimo rimedio viene proprio dal Pilates che apporta una maggiore elasticità, permettendo
così di affrontare la gravidanza e il travaglio in modo più sereno e felice.

Essere attivi nel periodo della gravidanza è fondamentale per mantenere il tono muscolare e per controllare la postura, scongiurando in tal modo problematiche scheletriche.
pilates-gravid-III+trim-schiena
I benefici del Pilates riscontrabili durante la gravidanza sono molteplici e ve li riassumiamo di seguito:

Rende consapevoli del proprio corpo
Migliora la postura riducendo le tensioni articolari
Grazie ad esercizi mirati, migliora la funzionalità degli apparati circolatorio, linfatico, digerente e respiratorio
Riduce le problematiche alle spalle e al collo causate dall’aumento del seno, migliorando la postura
Aiuta a rilassarsi grazie a specifiche tecniche di respirazione, molto importanti per tutto l’arco della gravidanza e durante il parto
Rinforza la muscolatura centrale che dovrà aiutare a sostenere il peso sempre maggiore del bambino nonchè la colonna vertebrale
Dà sollievo a piedi, caviglie e ginocchia posti sotto sforzo a causa del maggiore peso da sostenere e molti esercizi possono essere svolti stando seduti
Allena il pavimento pelvico in vista del parto
Aiuta nella preparazione al parto.

Per trarre tutti i benefici da questa disciplina in questo periodo così delicato è necessario avere costanza.

Il Pilates dunque è fortemente consigliato, mentre sono assolutamente da evitare le attività che aumentino eccessivamente il battito cardiaco.
Svolgere attività fisica durante la gravidanza è fondamentale anche dal punto di vista psicologico in quanto la donna è più sicura di sè e riesce ad accettare con maggior
consapevolezza il cambiamento fisico.
Come il Pilates, anche lo Yoga è consigliato nel periodo di gestazione, essendo anche quest’ultima una disciplina che non aumenta eccessivamente il battito cardiaco, ed
entrambe hanno come obiettivi quello di mantenere il corretto allineamento posturale visto che il baricentro durante i nove mesi della gestazione subirà un lieve spostamento.

Questo articolo ha il solo scopo di informare e di invogliare a praticare queste discipline così benefiche in questo periodo di innumerevoli cambiamenti.
Prima di iniziare qualsiasi attività è bene consultare il proprio medico.
Si raccomanda di interrompere gli esercizi tra l’ottava e la quattordicesima settimana della gravidanza.

OPEN DAY GIOVEDI’ 9 GIUGNO

Carissimi,
vi comunichiamo che nel pomeriggio di giovedì 9 giugno organizziamo una giornata di lezioni gratuite di pilates e yoga a rotazione.
Scopo di questa giornata è quello di far conoscere queste due importanti discipline e far passare un pomeriggio diverso che allo stesso tempo apporti benessere.
Di seguito vi proponiamo il programma

Ore 17,30-18,00: Lezione open di Pilates Matwork (mini-gruppo sala matwork)

Ore 17,30-18,00: Lezione open di Pilates Reformer (mini-gruppo sala reformer)

Ore 18,00-18,30: Lezione open di Pilates Springwall (mini-gruppo sala springwall)

Ore 18,00-18,30: Lezione open di Pilates Matwork (mini-gruppo sala matwork)

Ore 18,30-19,00: Lezione open di Yoga (mini-gruppo hatha yoga)

Ore 18,30-19,00: Lezione open di Pilates Reformer (mini-gruppo sala reformer)

Promozione per i nuovi soci -20% su tutti gli abbonamenti eccetto solo macchinari.
Inaugurazione-Pilates-Roma-PPM

Per maggiori informazioni e prenotazioni contattare la segreteria di

Via Collina, 36 (zona piazza fiume)

0695219189/3392821909

info@pilatesroma.it
www.pilatesroma.it

Questo sito fa uso di alcuni cookie indispensabili per il suo funzionamento (cookie tecnici), di altri per analizzare le visite in forma anonima (cookie statistici) e di pochi in grado di tracciare le tue abitudini di navigazione per proporti annunci personalizzati (cookie di profilazione). I cookie tecnici e statistici sono già attivati, ma è tuo diritto scegliere se accettare o no i cookie di profilazione.

Accettando tutti i cookie mi aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Se vuoi maggiori informazioni leggi la mia cookie policy Cookie policy