• matwork

  • macchinari

L’articolazione sacroiliaca

bacino

Bisogna sempre proteggere questa articolazione prima di eseguire le torsioni.
Il dolore in prossimità dell’articolazione sacroiliaca, o S1 è un disturbo riscontrato di frequente.
E’ molto più diffuso tra le donne e ciò dipende in parte dagli ormoni legati al ciclo mestruale, gravidanza e allattamento che rendono i legamenti più deboli.
A prescindere dal sesso, una lesione S1 può avere un impatto negativo sulla pratica e nella vita. Stando in piedi, il peso del tronco, testa ed estremità superiori passa lateralmente da questa articolazione alla grande pelvi, poi dal bacino alle gambe, e a piedi e pavimento. Ciò rende l’articolazione S1 fondamentale, e ci permette di sostenere il peso con le ossa.

Nello yoga, sul tappetino, gli asana di torsione costituiscono la causa principale di lesioni all’articolazione S1. Questo perchè spesso gli insegnanti dicono agli lllievi di tenere il bacino fermo durante le torsioni. Ciò può provocare uno stiramento dei legamenti che lo tengono unito all’osso sacro, stressandolo eccessivamente. Quando il bacino è ancorato al suolo la torsione deve provenire solo dal rachide, il che significa che l’osso sacro viene trascinato nella torsione con il resto della colonna, mentre il bacino è trattenuto al suolo e si sposta in direzione opposta.
Praticare più volte in questo modo stira i legamenti sacrali che tengono bacino e osso sacro uniti, provocando dolore.

Menopausa, lo Yoga e il tempo per se stesse

Yoga-e-menopausa-web-1200x650
La vita può essere definita come una successione di cambiamenti, una sequenza di fasi e la menopausa spesso è vista come un passaggio in cui si perde qualcosa e si rimane più povere. La parola stessa contiene una privazione (mhnnu “mese” e paev “cessare”) in quanto il significato è la “cessazione del mese”. Questo è anche il periodo in cui le donne tendono ad ingrassare accumulando grasso soprattutto nella pancia in quanto non sono più protette dagli ormoni femminili che scolpiscono il corpo. Si hanno momenti yin, quali eccessiva sudorazione, e momenti yan con le classiche vampate di calore. In questo momento così delicato ecco che ci viene in aiuto la pratica dello Yoga con le sue posizioni benefiche Elenchiamo le principali:

Surya Namaskar (saluto al sole)
Sequenza completa di allungamenti e inarcamenti che apportano un aumento di benessere generale

Flessioni sulle gambe
Irrobustiscono la muscolatura. E’ un semplice movimento di discesa con i piedi uniti afferrando i gomiti

Virabhadrasana
E’ la posizione del guerriero ideale per irrobustire le gambe e l’apparato scheletrico in genere

Pranayama
Quelli rinfrescanti possono aiutare a contrastare vampate e sbalzi termici

Sitkari
Con denti serrati, ma allo stesso tempo labbra aperte, inspirare negli spazi interdentali e espirare con il naso

Grazie alla pratica di queste posizioni, insieme alla meditazione, lo yoga tradizionale apporta vantaggi indiscutibili che ringiovaniscono mente e corpo allontanando una senilità precoce che più spesso si sviluppa prima nella mente e successivamente nel corpo

FORMAZIONE IN NATUROPATIA PRESSO STUDIO PPM

la Naturopatia risulta una metodologia che enfatizza la prevenzione, il trattamento e la promozione della salute ottimale, attraverso l’uso di metodi e di modalità (multidisciplinarietà) che incoraggiano il processo di autoguarigione (Vis Medicatrix Naturae).

L’Accademia Anea, tra gli enti più accreditati in Europa per la formazione in Naturopatia, forma professionisti da quasi 20 anni, che fanno uso non di strumentazioni ma di Se stessi. Questo vuol dire anche maggior versatilità, economicità e prontezza d’azione in ogni luogo, in ogni momento; tutto ciò che serve sei tu! I corsi formativi Anea sono pratici e questo si traduce in capacità di lavoro sin dal giorno dopo della Tesi. L’Accademia fornisce le dispense relative alle materie SENZA COSTI AGGIUNTIVI.

Anea ha un grande cuore! è per questo che la nostra scuola di naturopatia è stata creata dagli studenti!

Vi aspettiamo mercoledì 20 Settembre ore 21:00 presso lo studio di Pilates e Yoga di Roma in Via Collina,36 per la presentazione del corso della durata di 2h.
Per chi volesse consultare il sito ecco il link: http://www.accademia-anea.com/anea/ anea_logo

Addominali e Pilates

Uno degli aspetti fondamentali per una buona postura sono dei muscoli addominali forti, in grado di poter sostenere la colonna vertebrale ed il bacino.
Il baricentro racchiude in sè il fulcro della forza e sviluppando questa area si otterrà una maggiore forza, un maggior controllo ed una maggiore stabilità che si ripercuoteranno inevitabilmente in positivo in ogni movimento che compiamo.

Il tronco è costituito da 4 parti dove sono disposti i 4 muscoli addominali ognuno con le sue specifiche funzioni ma che lavorano insieme.
Lo strato più profondo è occupato dal muscolo traverso che avvolge la schiena e i lati del tronco. Quando questo muscolo si contrae fa “indietreggiare” la pancia.
Sui lati del tronco, fra il bacino e le costole, si trova il muscolo interno, le cui fibre sono disposte diagonalmente. Questi muscoli vengono sollecitati quando pieghiamo il tronco avanti e lateralmente.

mat-pilates_palestra_spa_milano_motus Sopra l’interno obliquo si trova l’esterno obliquo, precisamente fra il bacino e parte della cassa toracica. E’disposto in diagonale e la contrazione di questi muscoli appiattisce lo stomaco favorendo il piegamento del tronco in avanti.
L’ultimo, sicuramente il più conosciuto, è il retto addominale posizionato verticalmente dal bacino allo sterno. Quando comunemente si usa dire “pancia piatta” ci si riferisce proprio al retto addominale.

Grazie al Pilates,tutti questi muscoli sono sollecitati e potenziati in modo da rafforzare il baricentro e di conseguenza appiattire il ventre, snellendo la vita.
Per contribuire a bruciare ulteriormente grasso e snellire ancora di più la forma del nostro corpo è necessario accompagnare gli esercizi di Pilates con una dieta ipocalorica.

Potenziare le anche con lo Yoga

E’ molto comune provare un senso di rigidità e dolore alle anche quando ci si alza dopo essere stati seduti a lungo. Per alleviare questa condizione è bene dedicare loro un po’ di tempo ogni giorno e tutto il fisico ne trarrà benefici.

A livello anatomico le anche si presentano racchiuse all’interno di una muscolatura fitta e forte che ha il compito di mantenere le articolazioni stabili, ma questo tipo di muscolatura è anche abbastanza mobile da riuscire a favorire lo spostamento da un posto ad un altro. Non ce ne rendiamo conto, ma quando siamo seduti non facciamo altro che scaricare tutto il nostro peso sul bacino e ciò limita notevolmente la circolazione e il movimento e di conseguenza aumenteremo la rigidità.

Per favorire la naturale apertura delle anche e accedere nel profondo della fitta muscolatura nella quale sono racchiuse, vi consigliamo due posizioni da inserire nella propria routine abituale e da tenere per pochi minuti ridonando così una maggiore elasticità a questa fondamentale parte del nostro corpo. Le posizioni che di seguito vi proponiamo, possono essere svolte sia all’inizio e alla fine di una seduta di yoga o svolte in maniera isolata nell’arco della giornata.

Posizione del Piccione gaiam-back-pigeon-300x247
Questo esercizio mobilizza i muscoli e le articolazioni delle anche, anche le cosce e la schiena si rafforzano.

Dalla posizione di quadrupedia, portare il ginocchio destro dietro il polso destro, il piede deve toccare la piega dell’anca sinistra. Far scivolare la gamba sinistra dietro di voi con la superfice del piede a contatto con il pavimento e allineare i fianchi. Piggiare i palmi delle mani sul pavimento o su dei mattoncini per lo yoga posizionati davanti a voi in corrispondenza della larghezza delle spalle e poggiate bene a terra le gambe mentre vi sollevate con il busto. Contrarre bene i glutei e stringere gli addominali.
Prendere 5-10 respiri, quindi piegatevi in avanti poggiando gli avambracci su mattoncini o pavimento e ritornare alla posizione iniziale di quadrupedia. Ripetere sull’altro lato.

Krounchasana o Posizione dell’Airone airone
Sedetevi nella posizione Dandasana (posizione del Bastone). Portate la gamba sinistra nella posizione Ardha Virasana, quindi piegate il ginocchio destro e appoggiate il piede sul pavimento, di fronte alla natica destra.
Posizionate il braccio destro contro la parte interna della gamba destra (in modo tale che la spalla spinga contro l’interno del ginocchio).
Incrociate la mano sulla caviglia destra e afferrate la parte esterna del piede destro. Infine afferrate la parte interna del piede destro con la mano sinistra.
– Piegatevi leggermente all’indietro, mantenendo la schiena dritta e premendo le scapole contro la schiena per mantenere la posizione eretta del torace. Inspirate e sollevate la gamba diagonalmente al pavimento formando un angolo di circa 45 gradi.
– Mantenere la posizione da 30 secondi a un minuto. Espirate rilasciando la gamba sollevata. Lentamente raddrizzatevi e distendere la gamba sinistra. Ripetere l’esercizio invertendo la posizione delle gambe.

Se si riescono a svolgere queste semplici posizioni quotidianamente i miglioramenti si noteranno nell’arco di poco tempo.
La parola d’ordine è costanza.

Pilates e Yoga discipline della Primavera

Woman Doing Palates Outdoors La Primavera è alle porte, se da un lato l’entusiasmo del cambio di stagione ci porta ad essere maggiormente propositivi, di contro il nostro fisico viene messo alla prova dal drastico cambiamento di temperatura e dall’incremento delle ore di luminosità, creando effetti legati a stanchezza, astenia e sonnolenza.

Queste sensazioni, hanno una durata che può protrarsi anche per qualche settimana. Come conseguenza si ha la necessità di dormire maggiormente, anche se questo in alcuni casi può risultare persino dannoso.

I sintomi dell’ Astenia:
Scarsa concentrazione, mancanza di energia, sonnolenza, perdita di appetito, apatia ecc.

Il nostro organismo, in primavera, risveglia dei processi, che aumentano il consumo di energia, e che quindi causano questa sensazione di stanchezza.

Come combattere la stanchezza primaverile?
Per contrastare questi sintomi e riportare il nostro stato psicofisico ad un livello ottimale, è consigliato praticare discipline che allo stesso tempo coinvolgano fisico e mente, come il Pilates o lo Yoga.
Il movimento eseguito in maniera precisa e controllata, permette al nostro organismo di riprendere vitalità e di riottenere le energie necessarie al nostro benessere.

Un aiuto dal Pilates e dallo Yoga
Con il Pilates è possibile rinforzare catene muscolari profonde che sorreggono la nostra colonna vertebrale ridonandoci un aspetto più sicuro.

Questa disciplina è molto importante anche per migliorare la circolazione cardiaca e di conseguenza apportare beneficio ai più importanti organi incrementando l’ossigenazione degli stessi.

Lo Yoga può aiutare maggiormente sul fronte della psiche donandoci maggiore serenità, calma e consapevolezza.

L’importanza della respirazione
Uno degli aspetti che accomuna queste discipline è l’importanza della respirazione usata come mezzo per l’autocontrollo e rinforzo del movimento bio-meccanico della muscolatura accessoria.
Ovviamente per raggiungere tali benefici e contrastare gli stati di malessere valgono le classiche regole e abitudini da seguire per una vita lunga e piena di salute.

In Primis: Seguire una dieta sana e praticare movimento con regolarità. Mai come in questo periodo devono valere queste due regole d’oro
Bere almeno 2 litri di acqua al giorno: L’acqua aiuta a purificare l’organismo eliminando le tossine e contrastando la ritenzione idrica, ridonando alla nostra pelle un aspetto luminoso con un effetto anti-aging.
Frutta e verdura in abbondanza: Oltre a contenere una dose considerevole di acqua sono ricche di vitamine e antiossidanti che ci aiutano a contrastare i radical liberi. Con l’arrivo dell’estate, mangiare questi alimenti ci aiuta a regolare la pressione arteriosa allontanando così il rischio di cali di pressione.

Hatha Yoga e i suoi benefici

Lo Hatha yoga, o lo yoga della forza, è il tipo di yoga più conosciuto, più apprezzato e più diffuso in Occidente.

Attraverso lo sviluppo sensoriale facilita e stimola il raggiungimento della realizzazione interiore.

Se non avete mai praticato la disciplina dello yoga e quindi è la prima volta che vi avvicinate a questa antichissima pratica,

lo Hatha è quello che fa per voi, in quanto introduce il corpo e la mente a quelle che saranno poi le discipline yogiche più complesse

che andranno a stimolare maggiormente la respirazione e la meditazione.



bigstock-Downward-dog-29095142-astanga1


BENEFICI

I molteplici benefici si riescono ad ottenere solo praticando con costanza questa disciplina, iscrivendosi ad un corso

con frequenza ideale di due volte a settimana e continuando ad esercitarsi in casa mettendosi continuamente alla prova.

L’ Hatha yoga è il tipo di yoga che apporta maggiori benefici alla colonna vertebrale

in quanto riduce la rigidità causata da una vita troppo sedentaria ridonando elasticità e rigenerando le ossa.

E’ un toccasana per curare e prevenire il mal di schiena e i dolori cervicali che al giorno d’oggi sono molto comuni tra la popolazione Occidentale.

Dal punto di vista della respirazione viene coinvolto il diaframma in quanto si effettua la respirazione diaframmatica,

spesso dimenticata a causa dei ritmi incalzanti ai quali siamo sottoposti ogni giorno, ma di fondamentale importanza.

Oltre ai benefici prettamente fisici, lo Hatha yoga influenza positivamente anche la psiche ed il sistema nervoso favorendo il rilassamento

e allontanando ogni tipo di frustrazione causa di stress, ansia nonchè insonnia e depressione

che contribuiscono a peggiorare la qualità della nostra vita.

Insomma di ottimi motivi per iniziare a praticare questa disciplina ce ne sono tantissimi,

ora tocca a voi dedicare più tempo al vostro benessere psico-fisico ed intraprendere questo viaggio di “guarigione”.

“GIORNATA DEL BENESSERE” SABATO 16 APRILE

Una giornata all’insegna della prevenzione e dell’intervento sulla salute psicofisica,

PRENDENDOCI CURA a 360° del vostro BENESSERE con il seguente programma:

Ore 10,00-11,30: Consulenza estetica gratuita con Romana Filippi

Visita professionale estetica mirata ad individuare le specifiche problematiche o inestetismi di viso e corpo,

con conseguente formulazione dei più efficaci trattamenti in grado di contrastarli.

Ore 10,00-11,30: Nutrizione e integrazione con Enrico Lomoro

Personal Wellness Coaching su nutrizione, integrazione e buone abitudini alimentari e sportive

per raggiungere un migliore livello di benessere e forma fisica.

Ricordiamo che “siamo ciò che mangiamo e ciò che le nostre cellule assimilano”!

Dalle ore 10,00 massaggio sportivo, shiatsu e connettivale con Paolo Di Nicola


FotorCreated


Ore 11,30-12,15: Lezione di cardio-pilates, matwork e reformer con Gioia e Giorgio

Questo mese vi proponiamo due lezioni che vi aiuteranno ad alzare il battito cardiaco ed a spezzare la routine del metabolismo.

Dalle ore 12,30: Massaggio con Romana Filippi

Come non terminare con una dolce coccola per il nostro corpo?

Contrastiamo lo stress e gli inestetismi con un massaggio tra: relax, decontratturante, anticellulite e linfodrenante.

La lezione di pilates combo è al costo di 15€ per soci e non.
I massaggi hanno prezzi differenti.
Ogni attività va prenotata.


Per maggiori informazioni contattare la segreteria di Via Collina, 36 allo 0695219189/3392821909
info@pilatesroma.it
www.pilatesroma.it

Seminario-lezione “pilates per sport con rotazione” – Sabato 9 Aprile

Oggi il metodo pilates, oltre ad essere un ottimo allenamento di tonificazione muscolare, viene usato come integrazione per alcuni sport con rotazione,

quali il golf e il tennis.

Il lavoro inizia dalla valutazione posturale per stabilire eventuali squilibri.


Per il tennis, il pilates fornisce e sviluppa una maggior elasticità e riequilibra la natura unilaterale tipica di questo sport,

evitando posture sbilanciate e difetti di compensazione.


Per il golf, il pilates si concentra sulla rotazione del bacino e del tratto lombare,

allena l’equilibrio e unisce la potenza generata dalla rotazione del bacino con il cingolo scapolare, le braccia e le mani.


D2I7745

Ora di inizio del seminario 11:30.

Durata: 1h e 15m circa.

Costo: €15.00 per i soci €20.00 per esterni.

Il seminario-lezione sarà tenuto da Giorgio Iacono.

Vi aspettiamo numerosi!!!

“GIORNATA DEL BENESSERE” SABATO 19 MARZO

SIAMO LIETI DI INVITARVI SABATO 19 MARZO ALLA GIORNATA DEL BENESSERE!!

Una giornata all’insegna della prevenzione e dell’intervento sulla salute psicofisica, PRENDENDOCI CURA a 360° del vostro BENESSERE con il seguente programma:

Ore 10,00-11,30: Consulenza estetica gratuita con Romana Filippi

Visita professionale estetica mirata ad individuare le specifiche problematiche o inestetismi
con conseguente formulazione dei più efficaci trattamenti in grado di contrastarli.

Ore 10,00-11,30: Nutrizione e integrazione con Enrico Lomoro

Personal Wellness Coaching su nutrizione, integrazione e buone abitudini alimentari e sportive per raggiungere un migliore livello di benessere e forma fisica.
Ricordiamo che “siamo ciò che mangiamo e ciò che le nostre cellule assimilano”!

IMG_1606

Ore 11,30-12,30: Lezione combo di pilates matwork e reformer/springwall con Gioia, Giorgio e Ximena

Abbiamo pensato di soddisfare al meglio le richieste programmando una lezione combinata di un’ora suddividendola
in 30 minuti di pilates matwork e 30 minuti a scelta tra reformer e springwall

Dalle ore 12,30: Massaggio con Romana Filippi

Come non terminare con una dolce coccola per il nostro corpo? Contrastiamo lo stress e gli inestetismi con un massaggio tra: relax, decontratturante, anticellulite e linfodrenante

La lezione di pilates combo è al costo di 15€ per soci e non. I massaggi hanno prezzi differenti. Ogni attività va prenotata. Per maggiori informazioni contattare la segreteria allo 06-95219189

PPM

PPM ROMA CENTRO

Via Collina 36, Roma

Tel e Cell

06.95219189 | 389.9164854 | 3921072722

Mail

info@pilatesroma.it
PPM

PPM ROMA TALENTI

Via Franco Sacchetti 78, Roma

Tel e Cell

06.87137960 | 345.9341777

Mail

talenti@pilatesroma.it
ИТ новости