• matwork

  • macchinari

Lezioni sui grandi macchinari Pilates

Il Pilates per essere eseguito in maniera completa, è consigliabile praticarlo non solo a corpo libero, (nel quale sfruttiamo solo il 20/25% della disciplina) ma sui famosi grandi Macchinari Pilates: REFORMER – CADILLAC – CHAIR – BARREL. Nello studio di Roma in particolare sono presenti: 4 REFORMER 8 SPRINGWALL 1 CADILLAC 1 CHAIR Questi Macchinari sono studiati per agevolare il movimento in tutti i piani, e per permettere di svolgere gli esercizi in modo più mirato e preciso (precisione è uno dei principi della disciplina Pilates), senza sforzare eccessivamente le parti che non si intende stimolare, (isolamento è uno dei principi della disciplina Pilates) ma focalizzandosi su zone precise del corpo. Che differenza c’è tra il Matwork ed i grandi Macchinari?: La disciplina del Pilates si può svolgere sia con i grandi macchinari (Reformer, Cadillac, Barrel, Chair, Springwall) in lezioni individuali, duetto, tris, o minigruppo (3 o 4 persone max), sia a corpo libero sul tappetino (da qui il termine Matwork) in lezioni di gruppo. La differenza sostanziale è che sui grandi macchinari si lavorerà con gli specifici attrezzi sopra menzionati, decisi caso per caso in base alla esigenze e programmazione che viene svolta dall’insegnante con i quali sarà possibile modulare la resistenza e l’intensità degli esercizi grazie alla regolazione di molle, agganci e prese, sfruttando i movimenti in sicurezza nel completo range (ROM Range Of Motion) o angolo di movimento. Sono gli stessi macchinari che ci guidano nella esecuzione di esercizi consapevoli e ci permettono di svolgere con vantaggio quelle dinamiche dove vengono coinvolte le aree muscolari più deboli, lavorandole più specificatamente. Con le macchine sarà pertanto possibile progredire più rapidamente, grazie ad un’assistenza maggiore (un’insegnante ha al massimo 3 persone da seguire) ed alla possibilità di adattare meglio i movimenti in base alle singole esigenze. Nel Matwork si lavorerà con esercizi a corpo libero su di un materassino, anche coadiuvati da piccoli accessori, come i magic circle, le bande elastiche, i roller e le fit ball, gli arc e via dicendo. Diffidate dalle lezioni di Pilates Matwork super affollate, il cui numero di utenti non dovrebbe essere superiore a 7 – 8 persone. Quale è il consiglio, come posso seguire il Pilates sui grandi macchinari?: Le lezioni sui grandi macchinari possono essere sviluppate in questo modo: – Lezioni individualiLezioni duetto/tris in promozione Il consiglio è quello di cominciare la disciplina Pilates con delle lezioni personalizzate sui grandi macchinari (abbiamo elaborato per voi vari pacchetti, tra cui lo Start Beginner) e poi eventualmente decidere con l’insegnante che tipo di percorso continuare. La formula ideale anche in questo caso è l’equilibrio, il consiglio sarebbe, finiti i periodi di assimilazione della disciplina, di abbinare entrambe le tipologie, sia con Grandi Macchinari, che Matwork (corpo libero). I grandi macchinari sono utili solo per la riabilitazione? Assolutamente no! I grandi macchinari sono fruibili da tutti e per svariate esigenze, possono essere utili ad aumentare la propria forza fisica, senza caricare eccessivamente le articolazioni (nel Reformer ad esempio eseguiamo gli esercizi in scarico dalla gravità), sono utili per aumentare il range di movimento delle articolazioni, sono fondamentali per recuperare una codizione posturale buona, in maniera più rapida ed efficace che nel corpo libero. Sono degli strumenti ottimi per gli sportivi, per i ballerini, e per coloro che vogliono aumentare le loro prestazioni fisiche non perdendo in elasticità ed armonia. Il Pilates sui grandi macchinari è praticato anche molto da chi lavora nel mondo dello spettacolo ed ha la necessità di mantenere efficiente il proprio aspetto psico fisico (qui trovate un articolo in merito). Inoltre sono anche ottimi strumenti per chi vuole lavorare in maniera più controllata ed attenta alle proprie disarmonie e/ patologie, anche in virtù del numero massimo di persone durante le lezioni, nel Reformer ad esempio si lavora al massimo in tre. Sono solo tre persone seguite da un insegnante, sono delle lezioni semipersonalizzate con i costi inferiori rispetto alle lezioni personalizzate. A cosa servono esattamente i grandi attrezzi Pilates? Sono macchinari simili a quelli della Palestra? Assolutamente no! Il concetto dei Grandi Attrezzi Pilates è quello di far lavorare il nostro corpo alleggerendo peso al movimento, permettendo una maggior fluidità e potenziamento degli strati profondi della muscolatura. Per farla semplice, in pratica; mentre in palestra aggiungiamo peso, per ottenere maggiore resistenza, andando a far compiere ai muscoli un maggiore sforzo stressando catene muscolari ed articolazioni, sui grandi attrezzi Pilates si lavora quasi sempre al contrario, cercando di andare a togliere peso alle articolazioni, e liberando la muscolatura, rieducandola con movimenti necessariamente più controllati e fluidi. Con questo approccio quindi, avremo un potenziamento profondo della muscolatura, che ci permetterà di ricondizionare anche la postura, con il risultato di ottenere un maggiore tono muscolare, senza traumi, contratture e senza l’aumento spropositato del volume muscolare.

Lascia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.
PPM

PPM ROMA CENTRO

Via Collina 36, Roma

Tel e Cell

0695219189 | 3899164854 | 3921072722

Mail

info@pilatesroma.it
PPM

PPM ROMA TALENTI

Via Franco Sacchetti 78, Roma

Tel e Cell

0687210224 | 3459341777

Mail

talenti@pilatesroma.it
ИТ новости