• matwork

  • macchinari

Posts Taggati ‘pilates talenti’

Aiutare gli alunni a entrare negli esercizi Pilates

connetterepilates

Con la citazione << è lo spirito che costruisce il corpo >> del poeta Friedrich Schiller, Joseph Pilates accoglieva i suoi allievi nel suo studio di Pilates a New York

Molti insegnanti di prima generazione (diretti allievi di Pilates) che quindi hanno lavorato con Joe Pilates, riferiscono dello Studio quale ad una scuola nella quale imparare a muoversi.

Nelle sue classi, Joe era il professore e il mezzo era la via per la felicità (parole usate da lui, per definire il benessere).

Egli ha insegnante che la mente, il corpo e lo spirito erano uno, che tutti e tre questi aspetti sono necessari per la felicità, e che quando si ha modo di unirli, portandoli alle stesse dimensioni, il risultato potrebbe essere di estrema felicità, simile alla sensazione di euforia.

Lui amava dire che <l’allenamento Pilates è una pratica per il movimento della vita>

Ed in effetti, all’interno di una sessione di Pilates, si costruisce forza e flessibilità, ma ciò che lo rende particolare rispetto alle altre discipline, è come questi movimenti si colleghino con la mente e lo spirito.

Come insegnanti del metodo, sappiamo quanto il nostro compito è considerabile sia una scienza che un’arte.

E’ fondamentale pianificare la lezioni in maniera anche piuttosto scientifica, con ad esempio, la parte del riscaldamento iniziale, poi una sessione più di allenamento muscolare profondo, e poi una raffreddamento, ma quanto è importante il modo creativo di proporre la classe, entrando in empatia con l’utente, pochi lo sottolineano.

E’ possibile quindi, insegnare durante una lezione di Pilates, a capire maggiormente oltre che passare da un esercizio all’altro, o da una respirazione ad un’altra.

Far avvertire anche solo un leggero cambiamento di postura, con una respirazione più profonda ad esempio, permette di modificare in profondità abitudini scorrette, che in modi di insegnamento con minor presa di consapevolezza sarebbero di difficile realizzazione.

Equilibrio Posturale e Pilates

TADASANApiccola-con-copyright---posizione-della-montagnaAttraverso le dinamiche degli esercizi pilates, lavoriamo sulle catene muscolari profonde, dette anche catene posturali. Il loro compito e quello di sostenere le articolazioni, proteggerle, e permettergli di trovare la posizione migliore rispetto alla forza di gravità.

Nei primi momenti (perché successivamente ad una prima fase di iniziazione alla disciplina, i movimenti saranno più fluidi), i movimenti lenti e controllati del Pilates permettono di entrare maggiormente in profondità escludendo la muscolatura superficiale, adibita al movimento, e poco al mantenimento della nostra struttura.

Prima di eseguire esercizi in dinamica, è necessario conoscere l’articolazione, comprenderne il suo range di movimento, è prendere consapevolezza dell’arto che stiamo trattando.

Dopo aver fatto questo tipo di lavoro di consapevolezza, ed aver sciolto le tensioni articolari che ci impedivano di avere fluidità nei movimenti, ci concentriamo nel rinforzare i cingoli (gruppi muscolari che coinvolgono in concatenazione vari muscoli e articolazioni) e l’area che nel Pilates è fondamentale, dalla quale tutti i movimenti partono, ovvero la Power House (area addominale profonda).

Centrando queste punti e stabilizzandoli con una maggiore presa di consapevolezza e maggiore forza muscolare, inizia il processo di riallineamento posturale che parte dal profondo, e crea un processo naturale di ri armonizzazione.

PPM

PPM ROMA CENTRO

Via Collina 36, Roma

Tel e Cell

0695219189 | 3899164854 | 3921072722

Mail

info@pilatesroma.it
PPM

PPM ROMA TALENTI

Via Franco Sacchetti 78, Roma

Tel e Cell

0687210224 | 3459341777

Mail

talenti@pilatesroma.it
ИТ новости